Tag Archives: sport

    • -
    sport

    Sport. Praticare alcuni tipi di sport aiuta ad alleviare l’ansia

    Tags : 

    Sport. Spesso lo sport è stato studiato in un’ottica di “cura” per le più diffuse psicopatologie, tra cui il disturbo d’ansia. In particolare, gli studi hanno cercato di capire quali sport facciano la differenza rispetto ad altri nell’esercitare un’azione ansiolitica: una revisione di 16 studi pubblicata da Sports Medicine ha dimostrato che gli sport con “allenamento contro resistenza” (ovvero esercizi di potenza come il sollevamento pesi) riescano a diminuire lo stato d’ansia in coloro che li praticano. In quest’ottica, chi pratica questi sport soffrirebbe meno di disturbi d’ansia.sport

    Brett Gordon, autore dello studio sopracitato, istruttore di educazione fisica e ricercatore in tema di sport presso l’Università di Limerick in Irlanda, indica che  “l’allenamento regolare con esercizi di potenza, (resistance exercise training, RET) ha significativamente ridotto l’ansia nei soggetti sani e anche in quelli con una patologia fisica o mentale, e la dimensione dell’effetto di queste riduzioni è paragonabile a quella dei trattamenti di prima linea, quali farmaci e psicoterapia” (http://www.popsci.it/gli-sport-di-resistenza-sono-ansiolitici.html).

    Non è possibile, ad oggi, indicare se questa tipologia sia l’unica efficace nel trattamento dei disturbi d’ansia, né se sia migliore o peggiore di altre; ciò che risulta però importante è che grazie a questi studi vi sono nuove prospettive per gli approcci terapeutici al disturbo d’ansia, molto spesso considerato dai pazienti come “insuperabile”, dato il grado di difficoltà che produce nel condurre la vita di ogni giorno.

    Come la dott.ssa Anna Cantagallo ci indica, “il trattamento del disturbo d’ansia prevede un approccio che non sia limitato alla prescrizione di farmaci ansiolitici, che spesso portano ad assuefazione dopo brevi periodi; insieme ad una terapia psicologica, l’incontro con le neuroscienze ha permesso di considerare altre tipologie di approcci, che riconsiderano l’utilizzo di nuove strategie, quali ad esempio gli sport che dimostrano una particolare efficacia per queste specifiche condizioni”.

    Se i sintomi ansiosi non si risolvono e hai voglia di provare dei nuovi approcci terapeutici da affiancare ai classici, in BrainCare puoi trovare un team di professionisti che metteranno le loro competenze ed il loro tempo a disposizione per proporti nuove soluzioni su misura per te.


    • -

    Sport. Lo sport aiuta la psiche: un contributo alla fibromialgia

    Tags : 

    Sport. Oggi diversi studi sembrano prendere in considerazione lo sport in quanto protagonista nei suoi possibili contributi in malattie come la fibromialgia: in particolare, nel trattamento di questa malattia negli adolescenti è stato ripreso una tipologia di addestramento neuromuscolare dalla medicina dello sport, con risultati che mostrano una riduzione della disabilità ed un aumento della sicurezza in questi pazienti. Come viene fatto: il programma FIT Teens unisce la psicoterapia e l’esercizio a metodi innovativi che vengono solitamente impiegati per prevenire gli infortuni (come le valutazioni biomeccaniche, il motion capture tridimensionale, la realtà virtuale).sport

    Tale programma è stato inserito in uno studio che ha avuto inizio lo scorso anno, condotto da Susmita Kashikar Zuck del Cincinnati Children’s Hospital, con 400 partecipanti i cui risultati parziali (in attesa dei definitivi del 2022) sono già positivi: i partecipanti dichiarano di fidarsi maggiormente del proprio corpo, obiettivo importante per questa tipologia di pazienti che perde subito tale fiducia a causa della malattia (http://www.popsci.it/canali-medicina/dolore/fibromialgia-un-aiuto-dalla-medicina-dello-sport.html?tck=FBE29D9A-E25C-4F97-9CFB-94C494019C03).

    Le attività fisiche proposte agli adolescenti variano da moderate a vigorose in base alle loro scelte e i ragazzi vengono poi istruiti sul modo di inserire queste attività all’interno del loro programma in maniera graduale. L’allenamento neuromuscolare, invece, riguarda la forza centrale, il controllo della postura, la ripresa dallo stress e la coordinazione. Dal punto di vista psicologico vengono impegnati in skill gestionali che comprendono la distrazione cognitivo comportamentale, la gestione dello stress, il rilassamento muscolare, la scansione delle attività.

    Quello in cui era importante intervenire per tali pazienti riguardava proprio la concezione del movimento, conseguentemente dell’attività fisica. Spesso, i pazienti con fibromialgia sviluppano paura di muoversi e associano il dolore all’attività fisica. Cosi lo studio integra la terapia cognitivo-comportamentale e l’esercizio neuromuscolare, facendo sì che venga migliorata la competenza nel movimento minimizzando il dolore muscolare a seguito dell’esercizio.

    Dunque, come affermato dalla Dott.ssa Anna Cantagallo, “il contributo da parte dello sport alla psiche è da rivalutare, senza considerare questo rapporto come unilaterale; aprirsi a queste nuove prospettive può rappresentare un importante punto di inizio sia per la ricerca sperimentale di nuove prospettive nello studio della psiche sia nella pratica clinica per nuove opportunità di trattamento”.

    Se pensi di trovarti in queste condizioni e stai riscontrando queste difficioltà, contattaci in BrainCare e formuleremo insieme un programma individualizzato su misura per te!


    I MIEI PARTNER

    NEWSLETTER


    SI NO (*) Desidero ricevere Newsletter nei termini e nei modi indicati all'interno della Privacy Policy.

    SI NO (*) Desidero ricevere Informazioni di carattere commerciale nei termini e nei modi indicati all'interno della Privacy Policy.

    (*) Prendo visione dell'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei miei dati.

    Seguimi su:

    

    PRENOTA SUBITO LA TUA VISITA NELLA SEDE A TE PIU' VICINA